Estemporanea

La notte ed i suoi volti, una specie di metafora della vita del nostro doppio. Di certo non del mio, che ancora cincischia con del materiale poco oscuro anche se a volte pretende di essere cielo tempestoso. Un viaggio in solitoria  attraversa il  teatrino colmo di comparse e si tinge di motivi pseudo estetici. Apparire a noi stessi diversi da ciò che siamo è l’eterna sfida del mito di Sisifo.

Fondo Atlante e la fine di Atlantide

A parte il significato simbolico, quasi esoterico, del nome dato al Fondo d’acquisto dei debiti cattivi (bad loans) in pancia a molte banche italiane (alcune delle quali hanno investito bei soldini nello stesso fondo che servirà a comprare i propri crediti ma stando ben attenti a non sforare i limiti BCE che avrebbero sterilizzato l’effetto positivo sui bilancio e ratios patrimoniali) mi sembra utile evidenziare, come fa questo articolo, che il gioco deve valere la candela e che non basta tinteggiare di bianco una casa che ha le fondamenta marce per poter dire che la casa è ristrutturata. A dar man forte al fronte pro-operazione è arrivato un piccolo paper della Banca d’Italia che spiega facile facile il perchè ed il percome i valori dei crediti siano differenti per le banche col mal di pancia e per quelli che vorrebbero comprarli senza doversi accollare anche il verme solitario. Gli autori sostengono che le cause delle differenze risiedono nei tempi di recupero del credito (ci dicono cioè che 4 anni di media per recuperare la metà del credito sono tanti…e qui renzie vorrebbe accontentarli) e nei tassi di rendimento attesi dell’investimento. Ovviamente una banca ha un tasso di rendimento, il guadagno, in media del 4% mentre gli acquirenti come minimo sperano di guadagnare un 20%.

Ora è normale che il nuovo fondo non voglia affondare come invece riportano le cronache di una storia a metà strada tra il vero ed il simbolico.

Ovviamente la causa del deterioramento è la cosiddetta crisi piovuta da Marte senza avere il buon gusto di avvisare…ma questo è un altro capitolo della storia.

Gnius 65° puntata.

Numero 1:”Voto a Roma, Toti incalza Bertolaso“…con questi autoreggenti lo farai impazzire!

Numero 2:”Draghi ai tedeschi: «Alzare ora i tassi sarebbe un male per l’economia»“…devi vedere per chi li tiene dalla coda! 

Numero 3:”Venezuela, dipendenti pubblici lavoreranno solo due giorni a settimana per risparmiare energia“…i sindacati italiani hanno trovato il loro nuovo leader!

Dica tutta la verità!

Uno dei tanti passaggi memorabili dello Zarathustra di Nietzsche così recita:”tutte le verità taciute diventano velenose”.

Mi sono soffermato su questa frase per pensare che:

Si è vero, dire sempre la verità rende stupidi

Forse le Verità sono solamente ne nostre verità

Come la terapia omeopatica, qualche goccia di veleno rende più forti

Tacere agli altri verità scomode è un po come tacerle a se stessi

Quando si tace a se stessi ci si allontana dagli altri

Ho conosciuto gente con delle ben strane “papille gustative”

Le verità più grandi sono quelle che si sussurrano sfiorandosi

Dire sempre la verità richiede un portafogli ben ricolmo di “moneta” altrimenti si finisce per accarezzare il fantasma della solitudine

Colui il quale impone la sua verità, mente!

Le verità eterne affondano le loro radici nel terreno delle falsità!

Mi piaceva dire la verità perchè mi rendeva immune dal dubbio della menzogna ma ho vissuto di menzogne per poter scoprire piccole verità.

Impressioni.

In questa giornata primaverile il nuovo tempo a venire porta con se raggi di sole che riscaldano il corpo e alleggeriscono l’anima.

Pensavo che le questioni che riguardano il quotidiano interesse italico sono intangibili perchè paradossali, quasi metafisiche e anche che ancora troppi pochi occhi si son chiusi per sempre, immagini di mamme piangenti dovranno essere trasmesse nell’etere etilico che tutti ubriaca. E poi le gloriose sorti del buoni e quelle infauste dei cattivi e bisogna scegliere da che parte stare. Come Gramsci anche io odio gli indifferenti e quanti culi flaccidi vorrei prendere a calci per poter dare soddisfazione alla mia Ombra e riappacificarmi con il vecchio saggio.

Ci sono domande ultime e domande prime e poi ci sei tu…Venere già conosciuta, conoscente, assente e presente allo stesso tempo. Senza più forma certa perchè non più scrutabile. Manca la memoria della tua realtà. Immagine di un passato mai accaduto e di un futuro già conosciuto. Parte disgregata ancora troppo distante.

Gnius 63° puntata.

Numero 1:”Trivelle: Renzi, astenersi costituzionalmente legittimo“…lo dice anche il Papa ma non ci crede neanche lui!

Numero 2:”Puglia: metalli pesanti nei cibi per le scuole, mega sequestro Forestale“…ecco perchè tuo figlio aveva l’alito pesante!

Numero 3:”“Zika causa microcefalia”. I consigli per le donne in gravidanza…si ma anche la TV non scherza!

Voglio la tua felicità

Ero indaffarato nella ricerca di un ameno oggetto quotidiano quando tutto d’un tratto un flash, come uno schiaffo ricevuto senza motivo, mi ha colpito immobilizzandomi. Mi è sovvenuta alla mente una frase all’apparenza altruista che però ha messo in moto tutta una serie di considerazioni.

La frase incriminata è “voglio la tua felicità”.

Se vuoi la mia felicità forse vuol dire che non ne hai una tua e quindi vorresti rubare la mia o che nonostante tu abbia una tua felicità vuoi prendere, letteralmente, anche la mia. Ed invece ognuno di noi non dovrebbe volere la felicità altrui perchè se ben portata e palesata dovrebbe bastare a se stessa ed in un moto controintuitvo essere foriera di quella altrui.

Provo a sintetizzare come posso:

La tua felicità ti farà di godere del cielo terso

La tua felicità ti farà assaporare il gusto bello

La tua felicità ti farà guardare l’essenziale nel mondo

La tua felicità ti farà guardare gli occhi di chi ti sta di fronte

La tua felicità ti lascerà nutrire da mani sapienti

mentre…….

La mia felicità mi farà rimontare a cavallo

La mia felicità mi farà respirare aria pulita

La mia felicità mi farà godere del mare essendo in pace col mondo

La mia felicità mi farà solleticare l’anima

La mia felicità mi farà leggere un diverso libro del mondo

La mia felicità mi farà nutrire una bocca affamata.

 

Gnius 62° puntata.

Numero 1:”Obama: «Impedire che i terroristi follidi Isis abbiano armi nucleari»“…”ragazzi ma è già partito quel carico?”

Numero 2:”La Procura valuta se ascoltare Boschi“…ma soltanto se sa cantare!

Numero 3:”Marino: se avessi seguito il Pd sarei in cella“…ma almeno non invecchiavi!